Loading...
SISTEMA EQUITER BREVETTATO – A PARAMENTO VERTICALE CALCESTRUZZO2019-06-27T07:53:09+00:00

SISTEMA EQUITER BREVETTATO – A PARAMENTO VERTICALE CEMENTO ARMATO

BREVETTO EQUITER CON PANNELLI IN CEMENTO ARMATO BREVETTO EQUITER CON PANNELLI IN CLS

La tecnologia della terra armata , ben nota nel campo dell’ingegneria, permette di realizzare opere di sostegno a gravità con un materiale da costruzione composito, costituito appunto dal terreno ed elementi di rinforzo.

BREVETTO EQUITER CON PANNELLI IN CLS (CALCESTRUZZO)

La funzione degli elementi di rinforzo è quella di assorbire, mediante l’attrito che si sviluppa al contatto con il terreno di riempimento, gli sforzi e le deformazioni indotte dai carichi interni ed esterni. Con tale sistema la struttura si comporta come un blocco rigido assimilabile ad un muro a gravità dotato di flessibilità e capacità di adattarsi a differenti condizioni di esercizio.

Le armature sono calcolate in base agli sforzi di trazione trasmessi dal terreno.

Lunghezza e capacità degli sforzi sono valutate in funzione degli sforzi che si generano per i vari meccanismi di rottura considerati.

La peculiarità del sistema brevettato Equiter è l’utilizzo di elementi di armatura costituiti da geogriglie, che consentono di rinforzare internamente il terreno in modo più uniforme e con un’azione più efficace rispetto a quella fornita da sistemi di rinforzo a bande o strisce discrete.

Come è intuitivo infatti, la presenza dei fili trasversali, ad andamento parallelo al muro di paramento, migliora notevolmente la capacità di ancoraggio al terreno ed aumenta la resistenza che l’armatura può opporre all’estrazione del terreno stesso. Alcuni studiosi in campo internazionale hanno valutato sperimentalmente la componente dei fili trasversali alla resistenza allo sfilamento dell’armatura ed è stato registrato un incremento di cinque ÷ sei volte rispetto ad un’armatura a sviluppo solamente lineare avente la stessa superficie totale di contatto.

Inoltre, tale migliore resistenza è incrementata dalla capacità degli elementi reticolari di dar luogo ad un fenomeno di “interlock dinamico”, in quanto le aperture delle geogriglie consentono alle particelle di terreno di incastrarsi al loro interno quando, durante l’operazione di compattazione, tali particelle vengono forzate entro dette aperture, dilatando le maglie dell’armatura polimerica.

Quando, al termine della compattazione, le maglie tendono a tornare alla loro geometria iniziale, si generano delle tensioni interne che accerchiano i granuli di terreno e riducono la spinta orizzontale del terreno stesso sul paramento.

sistema equiter brevettato in cls
sistema equiter brevettato CALCESTRUZZO apparamento verticale

ELEMENTI COSTITUTIVI:

Il sistema proposto è costituito da :

  • Pannelli prefabbricati in c.a: – sono pannelli prefabbricati in calcestruzzo armati con rete elettrosaldata aventi uno spessore costante pari a 14 cm . Si suddividono essenzialmente in tre tipologie : il pannello di base avente dimensione di massima 2 x 0,8 m , il pannello standard di dimensione 2 x 1,6 m ed il pannello top avente dimensioni variabili per poter seguire il profilo di progetto e comunque al massimo pari a 2 x 2,4 m .I pesi variano da 0,5 a 1,8 tons ed è quindi garantita una facile movimentazione . Il sistema garantisce un’ottima resa in fase di posa in opera e montaggio in quanto i pannelli Equiter hanno una superficie superiore a quella dei pannelli prodotti dagli altri competitors presenti sul mercato , con il vantaggio di mettere in opera una quantità maggiore di struttura finita con le stesse operazioni di posa.

  • Le armature sintetiche : il sistema prevede l’utilizzo esclusivo di geogriglie a marchio CE in poliestere ad elevata tenacità ed elevato modulo elastico con rivestimento contro i raggi U.V. La resistenza ultima a trazione delle geogriglie è compresa fra 20 kN/m e 200 kN/m nel senso di maggior sollecitazione (direzione uniassiale longitudinale) con un minimo di 25 kN/m nel senso trasversale; gli allungamenti a rottura della geogriglia sono inferiori a 14 %.

  • Elementi di connessione geogriglia/pannello : per consentire alla geogriglia di rinforzo di agganciarsi al pannello, si utilizzano delle barre in acciaio f26 rivestite in materiale plastico, che vengono poi inserite all’interno di anelli in acciaio rivestiti di PVC già annegati nel pannello in cls. Il sistema di connessione, privo di bulloneria, risulta quindi completamento isolato dal terreno ed è pertanto esente da fenomeni di corrosione.

SISTEMA EQUITER I VANTAGGI: 100

PRINCIPALI VANTAGGI DEL SISTEMA:

  1. Semplicità e rapidità delle operazioni di montaggio grazie alla conformazione delle armature ed all’efficienza dei sistemi di ancoraggio ai pannelli. Infatti , dopo la stesura di uno strato di geogriglia, che perviene in cantiere avvolta in rulli e che deve essere soltanto srotolata distendendola sul piano del terreno, e dopo la sua connessione agli appositi ancoraggi posti sul retro del pannello, il rotolo di armatura rimane continuo e viene portato al livello superiore man mano che lo strato di terra si accresce, fino al punto di ancoraggio successivo.

In altri termini il sistema permette di utilizzare la stessa armatura per realizzare , con una sola operazione , due o più livelli consecutivi di rinforzo interno, senza bisogno di portare in sito più elementi separati.

  1. Elevata capacità di ancoraggio al terreno: come ampiamente descritto sopra, la struttura bidimensionale del rinforzo, unito ad una minore spinta del terreno grazie al fenomeno dell’interlock dinamico, permette di ottenere una capacità di ancoraggio al terreno nonché una maggiore resistenza allo sfilamento nettamente maggiore rispetto a quella garantita da altri sistemi con rinforzi discreti o puntuali.

  2. Minore suscettibilità a variazioni delle caratteristiche meccaniche della terra per rilevato: L’elevata capacità di ancoraggio al terreno delle armature bidirezionali costituite da geogriglie consente l’utilizzo di una più ampia gamma di terreni di riempimento e/o una riduzione degli ingombri delle armature a tergo dei manufatti. La resistenza dei rinforzi ad ambienti aggressivi consente l’impiego della tecnologia Equiter in abbinamento ad interventi di stabilizzazione del rilevato con calce o cemento, ampliando ulteriormente la gamma di terre impiegabili per la realizzazione del rilevato.

  3. Maggiore durabilità : L’utilizzo di geogriglie in materiale sintetico come sistema di rinforzo garantisce la durata prestazionale degli elementi a lungo termine anche in ambienti chimicamente molto aggressivi .I rinforzi costituiti da bandelle metalliche , pur presentando buone caratteristiche meccaniche e sviluppando un sufficiente attrito, hanno sovente manifestato problemi di corrosione, specie in presenza di ambienti aggressivi o correnti vaganti. Per la natura non uniforme dei fenomeni corrosivi, tali inconvenienti sono peraltro difficilmente governabili con spessori sacrificali o strati di zincatura. Inoltre, la protezione con bagno di zinco si riduce notevolmente nel corso della vita dell’opera, anche nel caso non vi siano difetti nel bagno della zincatura o danni meccanici in fase di posa in opera, che comporterebbero un precoce danneggiamento;

TELEFONO UFFICIO

+39 3420600470

ORARIO DI LAVORO

9:00am – 6:00pm

EQUITER SRL – SPECIALISTI IN TERRA ARMATA E TERRA VERDE

PROFESSIONALITA’, COMPETENZA ED AFFIDABILITA’


SISTEMA EQUITER BREVETTATO
EQUITER SRL
EDILIZIA RESIDENZIALE
ITALIA-LAZIO-ROMA
+39 068177632
info@equitersrl.eu
Call Now Button